"Testament of Youth", tornano le proiezioni di film sulla Grande Guerra

"Testament of Youth", tornano le proiezioni di film sulla Grande Guerra

Il 2015 è stato l'anno in cui è ricorso il centenario della Prima Guerra Mondiale, la Grande Guerra del  1915-1918.

Il Comune di Serra de' Conti, a tale proposito, ha promosso la costituzione di un comitato, con il fine di sensibilizzare la cittadinanza su un evento che ha profondamente segnato la storia del nostro paese. Nell'ambito delle celebrazioni, il Comitato per il centenario della Grande Guerra ha fin' ora coordinato ed organizzato una serie di iniziative commemorative, per approfondire sul piano storiografico, didattico e documentario il ruolo dell'Italia e degli italiani nel conflitto.
Il Comitato, con la collaborazione del Comune di Serra de' Conti, propone la proiezione di due film che si svolgeranno nel chiostro di San Francesco (in caso di cattivo tempo le proiezioni si faranno nella Sala Italia del municipio).

La proiezione di "Testament of Youth" avverrà GIOVEDI' 12 LUGLIO 2018 alle ore 21.15 presso il Chiostro di San Francesco di Serra de' Conti.


Testament of Youth - Generazione perduta
di James Kent (USA 2015)

Generazione Perduta, tratto dal romanzo di Vera Brittain racchiude un pezzo di storia che ha radicalmente cambiato le vite dei giovani adolescenti travolti dalla guerra.
Nel 1914 la Brittain è una ventenne anticonformista, determinata a essere indipendente e studiare; grazie alla sua tenacia viene ammessa in un college di Oxford. La partenza per il fronte del fidanzato Roland, del fratello Edward e degli amici, la spingerà a voler offrire il proprio contributo, in un continuo conflitto tra richieste personali e nazionali. Abbandona momentaneamente gli studi per diventare una Vad e assistere i soldati feriti insieme alle infermiere.
È attraverso la corrispondenza con i combattenti al fronte che ci mostra una guerra che devasta l’anima e lascia per sempre un segno in chi l’ha vissuta. Molte le poesie di Roland, le lettere in cui immaginare un futuro reso sempre più incerto dai continui attacchi. Emerge una generazione usata, plagiata, massacrata e poi abbandonata a se stessa a contare i morti quando le bombe sono finite.
Vera Brittain è stata un’attivista, scrittrice, un’intellettuale pacifista che si è impegnata e battuta per i diritti delle donne. È stato nel giardino della scuola di Santa Monica che immaginò per la prima volta, un mondo in cui le donne “non sarebbero state mai più le creature inferiori e insignificanti che erano considerate fino ad allora”. In quel pensiero di ragazza c’era il germoglio di una donna forte, attiva sui temi dei diritti civili.
“Nonostante la guerra, che ha distrutto così tanta speranza, così tanta bellezza, così tante promesse, la vita è ancora qui per essere vissuta; per il tempo che vivrò”…
Il romanzo della Brittain è una grande testimonianza del nostro patrimonio storico. Le ceneri dell’autrice sono sparse sull’altopiano di Asiago, dove è sepolto il fratello.

Prossima proiezione
GIOVEDI' 19 LUGLIO

THE WATER DIVINER
di Russell Crowe
(Australia - 2014)