Vino di visciola

E' una bevanda alcolica (circa 14°) a base di ciliegie acide, ovvero dei frutti di Prunus cerasus, pianta molto diffusa nelle campagne marchigiane. Rappresenta una peculiarità della nostra regione e una delle zone classiche di produzione è proprio Serra de' Conti, dove ancora è viva la tradizione di questo vino dolce, ottimo come fine pasto con un dessert o da degustazione. La nascita di questa bevanda deriva dall'esigenza, nei secoli passati, di rendere più gradevole il sapore dei vini rossi mascherandone i difetti con l'aggiunta di queste piccole ciliegie selvatiche. La metodologia di produzione è completamente artigianale e prevede la raccolta a mano delle visciole nel mese di giugno; queste vengono poi messe in damigiane di vetro con lo zucchero ed esposte al sole a fermentare per circa 50 giorni. Una volta completata la fermentazione, il frutto viene aggiunto al mosto di vino rosso per una seconda fermentazione; successivamente il prodotto viene lasciato ad affinare per alcuni mesi ed è pronto per essere gustato.